sabato 3 agosto 2013

Che due palle!

 
Berluscò, e basta, su!
Non so se è più patetico un pregiudicato che piange a reti unificate la propria innocenza (dopo tre gradi di giudizio che lo condannano) o l'esercito di parlamentari leccaculo pagati per difendere l'indifendibile. Signori, fuori dal cazzo, abbiamo altro a cui pensare.

2 commenti:

pesa ha detto...

Il punto, secondo me, è che non abbiamo nulla a cui pensare. Ormai l'Italia sa pensare solamente a Berlusconi, non riesce a pensare ad altro.
Non abbiamo via di scampo, siamo costretti a subirlo ancora per molto, in ricchezza e povertà, in salute e malattia, finché morte non ci separi.

rouge ha detto...

L'Italia pensa a comando (ma non è diversa dagli altri paesi, credo), oggi Berlusca, domani lo spread, dopodomani qualcos'altro, dipende dove si vuole far volgere l'umore. Succede, quando hai un pregiudicato padrone di mezzo mondo mediatico.