domenica 13 gennaio 2013

Pole la donna permettisi di pareggiare hon l'omo?

 
Ecco, io una marea di banalità e generalizzazioni così non le leggevo da tempo, segnale che pure a sinistra di strada da fare ce ne è ancora tanta (ma proprio tanta!):
 
L’AMACA del 13 gennaio 2013
di Michele Serra da La Repubblica (C)
“Era più intelligente di me, approfondiva mentre io sono superficiale”. Di tutte le parole d’amore spese per Mariangela Melato, queste di Renzo Arbore (raccolte da Silvia Fumarola per Repubblica) mi hanno commosso più di ogni altra. Perché dicono, delle donne, la cosa più importante ma non sempre la più detta: che le donne sono, in prevalenza, persone serie. E che la loro serietà (nei sentimenti, nel lavoro, nel maneggiare le cose della vita) è spesso di esempio e di soccorso a noi maschi. Forse perché la gestione del talento, nelle donne, richiede fatica doppia; forse perché, dall´alba dei secoli, mentre noi si andava a caccia, o in guerra a sbudellare il prossimo e a farci sbudellare, o a navigare per mesi e anni in cerca d´oro e di conquiste, loro restavano a casa e avevano molto tempo per pensare, mettendo a frutto la loro solitudine; fatto sta che, proprio come dice Arbore, le donne “approfondiscono”. Nel saluto di un uomo allegro (e intelligente) alla donna della sua vita, l’omaggio alla profondità suona, a sua volta, profondo. Umile e profondo. Riconoscente e profondo. Le donne, per nostra fortuna, sono contagiose."
 
Onestamente, fossi donna mi incazzerei.
 
 

5 commenti:

Minerva ha detto...

Concordo. E rincaro la dose dicendo che trovo ignobile che si sia preso un testo meraviglioso come quello che Arbore ha dedicato alla donna che amava e lo si sia strumentalizzato per sostenere una causa rispettabilissima in sé - vista la concezione delle donne nella nostra società grazie ad anni di promozione di stereotipi di genere, di femminicidi, di donne dalla figa facile in parlamento o usate come carne da macello per vendere un qualsiasi prodotto - ricorrendo a banalità da preistoria che non si possono più sentire!
Ma io Serra l'ho sempre disprezzato.

pesa ha detto...

"Leccamelo!"

rouge ha detto...

"Il primo che risento dire leccamelo lo sfondo." :)

Zio Scriba ha detto...

A me fanno sempre abbastanza incazzare tutte le generalizzazioni e gli stereotipi maschio-femmina: questo pezzo lo trovo poco felice e soprattutto abbastanza superfluo, ma non al punto da farmi smettere di ammirare una penna (quella di Serra) che non mi è mai dispiaciuta.

rouge ha detto...

@ Zio: mi interessa poco chi lo ha scritto, mi interessa il contenuto, che come te trovo poco felice e superfluo.